Residenza Anni Azzurri Beato Angelico

Borgo San Lorenzo
(FI)

Residenza Anni Azzurri Beato Angelico

Non avrei mai pensato di entrare qui e riuscire a fare tutte queste cose, cose che mai avevo fatto nella mia vita: l’attore, il regista, l’insegnante”. Questa è una frase che ci capita spesso di sentire dai nostri ospiti. Seguitemi e vi spiegherò il perché.

Residenza Anni Azzurri Beato Angelico

Quando arriva un nuovo ospite, lo facciamo incontrare con la geriatra e con la psicologa, per avere tutte le infomazioni necessarie a organizzare l’assistenza e capire in che tipo di attività di animazione inserirlo. Tutte le attività di animazione, differenziate e personalizzate a seconda delle necessità della persona, rientrano nel nostro progetto di terapia non farmacologica. L’obiettivo è conservare il più alto livello di autonomia e benessere compatibilmente con una determinata condizione clinica.
Ma vediamo qualche esempio. Partendo da una dimensione personale, dalla storia vissuta dai nostri ospiti, l’anno scorso abbiamo creato il progetto “La storia siamo noi”. In collaborazione con le scuole del territorio, siamo andati a trovare i bambini di una scuola elementare, ai quali i nostri ospiti hanno raccontato la loro personale esperienza durante la Seconda Guerra mondiale e risposto alle loro domande. Una lezione di storia diversa, con insegnanti molto speciali, in un clima allegro e spontaneo. Sempre l’anno scorso, per il progetto “Insieme giocando”, alcuni ospiti hanno visitato una scuola per l’infanzia e raccontato ii giochi che facevano da piccoli. Ne è nato un confronto tra i giochi di oggi e quelli di una volta, alcuni ancora in uso, e si è vista la differenza tra la giornata tipo dei bimbi di oggi e quella dei bambini di ieri. I piccoli si sono sentiti subito a loro agio e si sono avvicinati agli anziani in modo molto affettuoso e non sono mancati baci e abbracci finali. Una serie di studi che abbiamo condotto all’interno della nostra struttura ha dimostrato che la nostra terapia permette di ridurre la somministrazione di certi farmaci. Obiettivo di tutti i progetti è fare sentire i nostri ospiti utili e importanti.

E’ un continuo lavoro di equipe per trovare la strategia più adatta che permetta alla persona di sentirsi bene e a suo agio. Noi tutti cerchiamo il piacere in ciò che facciamo, perché per l’anziano non deve essere così? Elencarvi tutti i nostri progetti sarebbe troppo lungo, ma vorrei ricordare almeno la realizzazione di un cortometraggio, interpretato e diretto dagli ospiti e dal personale, di un musical e di una gara di ballo, dove gli allievi di una scuola di danza vengono valutati da una giuria di ospiti che ha avuto esperienze di ballo in passato. Cambia la dimensione, ma resta l’autorevolezza: “anche se ora non posso più ballare, ma posso giudicare i nuovi ballerini sulla base della mia esperienza”.

Lo stesso principio vale anche per gli ospiti con decadimento cognitivo importante: anche per loro creiamo attività ad hoc; ad esempio l’attività assistita con animali, che riesce sempre a coinvolgere anche persone di solito non particolarmente attive; o il laboratorio di giardinaggio, che stimola la manualità e l’interazione. Tutto questo richiede un grande investimento di tempo ed energia, ma i risultati sono sorprendenti; la persona si sente impegnata, utile, sente di riuscire a fare il compito che gli è stato assegnato e di farlo bene. Tutti i nostri progetti vengono poi mostrati ai familiari durante le feste e i momenti di incontro: il sorriso nei loro occhi nel rivedersi in un piccolo film, in uno spettacolo, è la ricompensa più grande per il nostro lavoro.

"Il sorriso nei loro occhi nel rivedersi in un piccolo film, in uno spettacolo, è la ricompensa più grande per il nostro lavoro"

Silvia Cipriani, Responsabile Animazione

 

Gli ospiti che accogliamo

La Residenza Anni Azzurri Beato Angelico offre ospitalità e servizi assistenziali sia a persone autosufficienti, che a persone con diverse condizioni di non autosufficienza e/o grave decadimento cognitivo. E' possibile effettuare soggiorni di lungodegenza o temporanei in seguito ad eventi acuti o ricoveri pre/post operatori, nonchè ricoveri di sollievo.

Scarica il pieghevole informativo

Tariffe della Residenza

La retta giornaliera di degenza varia da un minimo di 85 € a un massimo di 114 € in funzione delle caratteristiche dell’ospite (ovvero il suo grado di autosufficienza), delle sue condizioni cliniche (ovvero il carico di intensità assistenziale necessario al suo stato di salute), della sistemazione alberghiera richiesta, della durata del soggiorno e della presenza di convenzioni applicabili all’interessato. Inoltre in determinati periodi dell’anno per alcune tipologie di ospiti potrebbero essere presenti Promozioni Speciali.

Vi invitiamo pertanto a contattare il nostro personale per avere un preventivo dettagliato, ritagliato sulle vostre esigenze. Potete anche compilare il modulo online per essere richiamati senza nessun impegno.


Come raggiungerci

In Auto
Da Borgo San Lorenzo, seguendo le indicazioni per Faenza, si prende la Via Faentina verso Ronta e, dopo aver percorso meno di cinque chilometri, si arriva alla frazione di Panicaglia dove, sulla sinistra immediatamente dopo il passaggio a livello, è situata la Residenza.

Mezzi pubblici
Autobus

Pr recarsi da Borgo San Lorenzo alla Residenza e viceversa, può essere utilizzato anche il servizio pubblico di autotrasporto (SITA-CAP-FLORENTIA), le cui fermate (sia all'andata che al ritorno) sono poste proprio davanti alla Residenza. Ai seguenti siti è possibile consultare gli orari delle principali autolinee che prestano servizio nel Mugello e Valdisieve.
http://www.amvbus.it
http://www.cm-mugello.fi.it
http://www.autolineetoscane.it

Contatti

 

KOS Care s.r.l.
Sede Legale:
Via Durini, 9 - 20122 Milano
tel. 02 6713281 - koscare@kosgroup.com
Capitale sociale: € 2.550.000 i.v.
Reg. impr. - C.F - P. IVA 01148190547
R.E.A. di Milano n° 2124636
Direzione e Coord. art. 2497 C.C.: Kos S.p.A.

Seguici su
© 2017. Kos Care s.r.l. Tutti i diritti riservati. Privacy policy
800 131 851