Jone Berti

85 anni
ospite della Residenza Anni Azzurri San Luca di Milano dal 2014

Una persona semplice e buona, Jone, che si potrebbe ascoltare per ore

Dopo il diploma al liceo classico, Jone ha sempre lavorato nel laboratorio artigiano della famiglia, traendone grandi soddisfazioni e potendo conoscere alcuni tra gli architetti più noti del tempo.

Figlia di artigiani, che lavoravano metalli in lastra per l’arredamento, Jone Berti non si è mai sposata e, come racconta, è pienamente soddisfatta di questa sua scelta, che le ha permesso di vivere e lavorare con i genitori che amava molto. E’ alla residenza San Luca dal maggio 2014, dopo un’intervento chirurgico che non le consentiva più di vivere sola.
Dopo il diploma al liceo classico, Jone ha sempre lavorato nel laboratorio artigiano della famiglia, traendone grandi soddisfazioni e potendo conoscere alcuni tra gli architetti più noti del tempo, come Caccia Dominioni, Giò Ponti, Rosselli, Caneva, Ulrich e molti altri.

Ricorda con grande affetto i genitori, in particolare il babbo, che ha fatto prosperare la piccola azienda di famiglia anche grazie alla capacità di differenziare la produzione: dapprima le cucine in acciaio inossidabile, che furono i primi a fabbricare a Milano, poi i filtri per vino, medicinali e serbatoi di idrovolanti. Portavano la firma di Berti anche i banchi bar di tutti i negozi Motta a Milano.

L’altra grande gioia della vita di Jone è stato il pianoforte, che ha suonato in gioventù. Parlando della passione per la musica classica, ricorda l’amicizia con Leandro Serafin, primo oboe del Teatro alla Scala, suo vicino di casa, insegnante al Conservatorio e fratello del più noto Tullio, direttore d’orchestra fra i più celebri del suo tempo. Un’amicizia che le dette la straordinaria opportunità di essere presente allo storico concerto di riapertura della Scala diretto da Toscanini nel 1946. Un amore per la musica che Jone coltiva ancora oggi, partecipando a concerti e ascoltando musica ogni sabato in compagnia del figlio di una cugina, Stefano, da lei avviato alla musica e oggi pianista e organista.

Jone Berti

Ricorda con grande affetto i genitori, in particolare il babbo, che ha fatto prosperare la piccola azienda di famiglia

Nome: Jone Berti
Occupazione: artigiana
Hobby: pianoforte e musica classica
Passatempi: cruciverba e indovinelli

 

Una persona semplice e buona, Jone, che si potrebbe ascoltare per ore raccontare, con grande proprietà di linguaggio, gli incontri e le storie di una vita lunga e serena.

Residenze Anni Azzurri s.r.l.
Via Durini, 9 - 20122 Milano
tel. 02 6713281 - fax 02 67132855
Capitale Sociale Euro 27.079.034,00 i.v.
Codice Fiscale e Partita IVA 09736360158
R.E.A. di Milano n.1312510
Registro Imprese di Milano 09736360158
Società a socio unico
Direzione e Coord. art. 2497 C.C.: Kos S.p.A.

Seguici su
© 2015. Residenze Anni Azzurri s.r.l. Tutti i diritti riservati. Privacy policy
800 131 851